Val Venosta/Val Senales

Una vacanza tra il profumo delle mele e l’incanto della neve, tra le dolci pendenze dei waalwege e i brividi d’alta quota delle Alpi dello Ötztal.

Circondata dalle maestose Alpi Venoste e dal Gruppo dell’Ortles, la Val Venosta occupa la striscia di terra più occidentale di Bolzano, da Naturno fino al Passo Resia.

Entro il territorio di questa ridente valle si inserisce la regione turistica dell’Alta Val Venosta, che d’estate si offre come oasi verdeggiante per l’escursionismo, nelle zone del Passo Resia e del Parco Nazionale dello Stelvio, e d’inverno come paradiso per gli sciatori, con chilometri di piste su cui godersi la magia della neve.

In primavera la Val Venosta si riempie di profumi e colori sulle vaste distese di meleti e albicocchi e le passeggiate lungo gli antichi canali d’irrigazione, i Waalwege (Sentieri d’acqua), o la pratica del nordic walking a Laces o in Val Martello, diventano il modo ideale per vivere questi incantevoli paesaggi.
Durante la stagione estiva si aprono nuove possibilità per gli sportivi e gli amanti della natura: appassionanti escursioni in alta quota sulle Alpi Ötztal, sull’Ortles e sul Gruppo del Tessa, divertenti pedalate lungo 150 km di piste ciclabili e 680 km di sentieri per la mountain-bike, con l’opportunità di spostarsi, caricando la bici, con il trenino della Val Venosta.

D’inverno in Val Venosta non ci si annoia mai: sulle aree sciistiche di Malga Tarres, Solda, Trafoi e Watles gli sciatori invadono le piste e non mancano ampi spazi imbiancati per il fondo o le escursioni con le racchette da neve. Pattinaggio, arrampicata, curling, slittino: c’è davvero l’imbarazzo della scelta per divertirsi tra panorami innevati mozzafiato.

La Val Venosta è anche una terra ricca di cultura e storia, da scoprire con una visita a Castel Juval e Castel Coira, nei musei, passeggiando lungo la Via Claudia Augusta o presso uno dei borghi più belli d’Italia come la città di Glorenza. Senza dimenticare di partecipare ai tanti eventi gastronomici organizzati, gustando freschissimi asparagi o le dolci fragole della Val Martello.

Sentiero del Lago d'Oro

Splendido itinerario panoramico all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio con meravigliosa vista sul massiccio dell’Ortles.

La passeggiata conduce dal Passo dello Stelvio passando per il Lago d’Oro e il Rifugio Forcola a Trafoi, il percorso è privo di difficoltà ed accessibile a tutti. Dal Passo dello Stelvio si imbocca il sentiero numero 20 in direzione cresta di monte. Seguendo la mulattiera dei pastori che attraversa i pascoli si scende fino al limite del bosco e si raggiunge il rifugio Forcola da dove si può ammirare il bellissimo panorama della valle di Trafoi. A seconda del periodo, in alcuni tratti si cammina anche sulla neve.

Si tratta di un’Alta Via del tutto particolare: in epoca storica veniva molto utilizzata dai contrabbandieri. Lungo il sentiero Lago d’Oro troverete dei cartelli informativi sulla Prima Guerra Mondiale, sulla vegetazione e sulla formazione dei ghiacciai della zona Ortles. Il percorso si snoda lungo il confine con la Svizzera e offre una splendida vista sul panorama del gruppo Ortles e il Passo dello Stelvio. La discesa può seguire due vie: a piedi seguendo il sentiero 17 oppure in seggiovia.

Maneggio Vill di Silandro

Lezioni di equitazione, appassionanti passeggiate a cavallo per grandi e piccoli, magnifici panorami: il maneggio Vill a Silandro ha tanto da offrire a chi ama i trekking a cavallo in Val Venosta.

Il maneggio del Bio-Reiterhof Vill di Silandro in Val Venosta offre ai piccoli e ai grandi amanti dell’equitazione tutto ciò che serve per imparare a cavalcare e per trascorrere delle magnifiche vacanze a cavallo in Val Venosta. Situato in una delle regioni turistiche più belle dell’Alto Adige, il maneggio Vill a Silandro invita principianti ed esperti alla scuola di equitazione dove, oltre alle nozioni pratiche vengono fornite anche le competenze teoriche per un perfetto approccio con il cavallo.

Il programma di attività proposto dal maneggio del Bio-Reiterhof Vill è assai ricco e consente a bambini e adulti di divertirsi in egual modo. Si organizzano infatti escursioni a cavallo di qualche ora oppure di una giornata intera attraverso le distese verdeggianti della Val Venosta, suggestivi itinerari notturni, escursioni per bambini e rilassanti gite in calesse per le vie di Silandro ed i frutteti circostanti.

Maggiori informazioni:
Maneggio Vill
Via Principale 27 - 39028 Silandro
Tel. 0473 730314
E-mail: info@vill.it

Golf Club Val Venosta

Il Golf Club Val Venosta offre agli appassionati un campo a tre buche dove potersi allenare immersi nello scenario unico della rovina di Montechiaro e Castel Coira.

Altitudine: 900 m
Strutture/servizi: driving range, ristorante, clubhouse.
Stagione: marzo-ottobre
Giorno di chiusura: lunedì

Il Golf Club Val Venosta invita gli amanti di questo sport a sfidarsi in uno straordinario scenario di alberi da frutto e castelli antichi dell’Alto Adige. La struttura è situata nel paesino di Montechiaro, vicino a Glorenza, in Alta Val Venosta e offre un campo a tre buche che si sviluppa tra alberi di pere “Pala”, alle spalle della rovina del Castello di Montechiaro. Gli appassionati di golf potranno allenarsi presso il pitching green e il putting green esercitandosi con i primi lanci e colpi e con lo sguardo rivolto verso lo splendido Castel Coira ed il fondovalle valdostano. Tra i servizi del Golf Club Val Venosta vi sono il ristorante e la Clubhouse.

Maggiori informazioni:
Golfclub Vinschgau - Val Venosta
Via Mercato 8
Lichtenberg – Montechiaro
39026 Prad - Prato (BZ)
Tel. +39 0473 61 82 84
Fax +39 0473 61 76 71
info@golfclubvinschgau.com

Giro delle malghe

Escursione di Nordic Walking in Val Venosta per sportivi agonisti, che si svolge tra le malghe della splendida zona di Laces-Val Martello. Ideale per l’allenamento d’altura.

Punto di partenza: parcheggio Hotel Ristornate Latscherhof
Lunghezza: 20,50 km
Dislivello: 1240 m

L’itinerario di Nordic Walking a Laces-Val Martello, in Val Venosta, parte al di sotto del Latscherhof, da dove si risale brevemente il tratto asfaltato. Si prosegue poi costeggiando lo Stadio del ghiaccio e si attraversa il portone in ferro e il prato fino a raggiungere un bivio. Si imbocca il sentiero n.4 a sinistra e si sale superando alcuni tratti nel bosco, fino ad incrociare la forestale n.11. L’itinerario prosegue sulla strada forestale che in lieve salita, con direzione Töbrunn, porta alla Malga di Laces. Dalla malga la passeggiata di Nordic Walking a Laces-Val Martello continua sul sentiero n.9 attraverso il bosco fino ad arrivare sotto alla Malga Tarres (Tarscheralm).
Si prosegue brevemente sulla strada forestale sino al bivio, da dove il sentiero n.1 conduce, dopo un suggestivo tratto nel bosco, alla stazione a valle della seggiovia. Da qui si prende il sentiero n.1-2 fino a raggiungere la strada asfaltata di Tarres. Si continua sul lato sinistro dello strada per 200 m circa e al cartello sulla curva si entra nel canale di Ramini. Giunti al termine del canale, si scende fino al ponte, dopo il quale si prende il sentiero con indicazione “Jägersteig”. Passato il “Bacini idrico” si torna indietro al punto di partenza di questo itinerario di Nordic Walking in Val Venosta.

Rovine dei Castelli in Val Martello

L’escursione di Nordic Walking in Val Venosta è diretta alle rovine di Castel Montani di Sopra e Castel Montani di Sotto, regalando vedute splendide sulle distese di meleti .

Punto di partenza: Hotel Ristorante Latscherhof
Lunghezza: 9,10 km
Dislivello: 350 m

L’itinerario di Nordic Walking in Val Venosta parte dal Latscherhof, da dove si sale la strada per 20 minuti circa fino al tratto asfaltato che, girando a destra, porta attraverso alberi da frutto. Al termine della stradina si imbocca la forestale (cancello in ferro, n.11), che porta in mezzo al bosco e con alcune curve raggiunge un bivio (dove comincia la via di ritorno verso Morter). Si abbandona per un po’ la forestale per seguire un sentiero stretto che termina di nuovo sulla forestale e che conduce a Castel Montani di Sopra (Obermontani). Da qui l’itinerario di Nordic Walking in Val Venosta prosegue in discesa lungo un sentiero stretto che porta alle rovine del Castel Montani di Sotto (Untermontani). Al ponte di legno si svolta a destra e si continua verso “Bierkeller”; superati i frutteti si percorre un tratto in salita che porta al canale Mareinwaal, quindi al ristoro “Bierkeller”. Da qui si segue la via asfaltata tra gli alberi da frutto fino a rientrare al punto di partenza dell’itinerario.

AquaForum di Laces

Cerchi una struttura dove trascorrere una bella giornata di nuoto in Val Venosta? Allora corri a fare un tuffo con tutta la famiglia all’AquaForum di Laces in Val Martello. Scopri di più.

Situata nella splendida cornice della Val Martello, l’AquaForum di Laces è un luogo esclusivo per rilassarsi, divertirsi e nuotare in Val Venosta. Adatta a grandi e piccini, la struttura è caratterizzata dalla piscina principale di 25 m, dove nuotatori esperti e principianti possono fare un tuffo e allenarsi lungo le quattro corsie, dalla vasca per bambini con diversi giochi e attrazioni (fungo e riccio d’acqua), e dallo scivolo con effetti luminosi lungo 50 m. A chi cerca momenti di puro relax, l’AquaForum di Laces offre la piscina con acqua salina e massaggi sott’acqua, la panca con getti d’acqua e la grande vasca idromassaggio. La struttura della Val Martello organizza anche un ricco programma di acquafitness che entusiasmerà gli amanti dello sport in acqua. L’AquaForum di Laces è proprio quello che ci vuole per mantenersi in forma divertendosi e nuotando in Val Venosta con tutta la famiglia!

Maggiori info:
Viva Latsch S.r.l
Via Mercato, 48
39021 Laces (BZ)
Tel. +39 0473 623560

Acquavventura di Naturno

Cerchi un super parco acquatico dove rilassarti e nuotare vicino Merano? Allora tuffati all’Acquavventura di Naturno, in Val Venosta, e immergiti in un mondo di divertimento. Leggi tutto.

L’Acquavventura di Naturno è la scelta giusta per trascorrere un’indimenticabile vacanza all’insegna del divertimento e del nuoto a Merano e dintorni. Nuotatori di tutte le età, principianti ed esperti, e le famiglie con bambini hanno a diposizione due piscine (interna ed esterna) e un’ampia area benessere.
Nella piscina coperta genitori e bambini potranno scatenarsi sullo scivolo di 51 m e nuotare lungo il canale di discesa veloce, oppure rilassarsi sui lettini con getti d’acqua. Qui si svolgono anche alcune attività gratuite come il perfezionamento degli stili di nuoto e acquafitness .
La piscina esterna dell’Acquavventura di Naturno regala l’emozione di una nuotata di fronte alle vette del Gruppo di Tessa e al romantico Castel Hochnaturns. Un grande scivolo di 75 m, una vasca lunga 25 m con fontane d’acqua e la vasca per bambini penseranno ad accontentare le esigenze di nuotatori grandi e piccoli. L’area benessere di 550 mq offre, infine, fantastici momenti di relax dopo una movimentata giornata di attività in acqua.

Maggiori info:
Acquavventura
Via dei Campi 5 - Naturno
Tel.: +39 0473 668036
info@erlebnisbad.it

Nature Fitness Park a Naturno

Se volete praticare il Nordic Walking in Val Venosta, vicino a Merano, è immancabile una visita al Nature Fitness Park di Naturno che offre 10 percorsi di Nordic Walking per un totale di oltre 65 km.

A Naturno, vicino a Merano, il Nature Fitness Park regala a tutti gli sportivi l’occasione di fare attività fisica in un ambiente incontaminato per rigenerare corpo e mente. Agli appassionati di Nordic Walking, in particolare, il Nature Fitness Park offre oltre 65 km di itinerari che si snodano tra i 554 m e i 1700 m di quota. I 10 percorsi si snodano da due punti di partenza principali, il maso “Nischlhof” e la stazione della funivia Unterstell , per poi condurre tra i meravigliosi paesaggi dell’Alto Adige, alla scoperta dei punti panoramici più belli di Naturno e dei dintorni di Merano. Il Nature Fintess Park, inoltre, dispone di cartelloni informativi su ognuno dei 10 percorsi e su alcune nozioni di base per la pratica del Nordic Walking.

I 10 itinerari:

  1. Vogeltenn – lunghezza: 3,2 km; quota iniziale: 572 m; dislivello: 110 m; difficoltà: facile
  2. Panorama – lunghezza: 6,9 km; quota iniziale: 572 m; dislivello: 355 m; difficoltà: medio
  3. Wallburg– lunghezza: 6 km; quota iniziale: 572 m; dislivello: 285 m; difficoltà: difficile
  4. Sonnenberg – lunghezza: 3,3 km; quota iniziale: 572 m; dislivello: 225 m; difficoltà: medio
  5. Ötzi – lunghezza: 10,6 km; quota iniziale: 572 m; dislivello: 565 m; difficoltà: difficile
  6. Alter Kirchweg - lunghezza: 3,6 km; dislivello: 717m; difficoltà: difficile
  7. Kirchbach – lunghezza: 8,3 km; quota iniziale: 1282 m; dislivello: 250 m; difficoltà: difficile
  8. Fuchsberg – lunghezza: 7,5 km; quota iniziale: 1282 m; dislivello: 428 m; difficoltà: difficile
  9. Meraner Höhenweg - lunghezza: 13,9 km; quota iniziale: 1282 m; dislivello: 428 m; difficoltà: difficile
  10. Unterstell - lunghezza: 2,4 km; quota iniziale: 1282 m; dislivello: 202 m; difficoltà: medio
Pescare in Val Venosta

Presso i laghi di Resia e di San Valentino alla Muta, in Val Venosta, i pescatori possono dedicarsi al loro sport preferito e godersi la tranquillità di un ambiente alpino intatto.

In Val Venosta gli appassionati di pesca possono contare sulla presenza di due splendidi laghi, che da sempre fanno la felicità di pescatori e amanti della natura: i laghi di Resia e di San Valentino alla Muta.
Le specie ittiche che si possono trovare in questi bacini della Val Venosta sono la trota marmorata, la trota di ruscello, la trota arcobaleno, il salmerino di fonte e il temolo.

Noto per il campanile che emerge dalle sue acque, il Lago di Resia a Curon Venosta offre ai pescatori un paesaggio dolomitico mozzafiato e acque ricche di lucci, persici, salmerini e coregoni.

Poco distante si trova l’altro bacino di pesca, il Lago di San Valentino alla Muta, considerato tra i più bei laghi dell’arco alpino. Per pescare in questo lago della Val Venosta è necessaria la licenza di pesca e il permesso giornaliero.

Maggiori informazioni:
Ufficio di informazioni turistiche Val Venosta
Tel. +39 0473 620480
info@vinschgau.net

Attualmente non abbiamo trovato alcun evento da proporti, torna a trovarci

Castello di Castelbello

Il Castello di Castelbello si erge su una ripida rocca sopra l’omonimo paese, sulla riva sinistra dell’Adige. La roccia non è alta, ma così ripida dal lato della valle che il maniero è sempre stato un posto sicuro e protetto.

Costruito dai signori Montalban nei primi anni del 1200, il castello era molto più piccolo di come appare ora. Con il tempo la piccola fortezza cambiò numerosi proprietari, fino a quando venne acquistata dalla famiglia Hendl nei primi anni del ‘500, che la ristrutturò e l’ampliò. Nel 1813 e nel 1824 due incendi distrussero completamente il castello. Venne ristrutturata solo la parte utilizzata dalla famiglia come abitazione, e il resto cadde completamente in rovina.

Fino ad alcuni decenni fa il castello era ancora di proprietà privata, ora è stato acquistato dallo Stato, rinnovato e utilizzato come museo: ospita un’esposizione permanente sulla strada romana Claudia Augusta, mentre nelle altre sale è possibile visitare bellissime mostre temporanee di vari artisti famosi.

 

Orari pubblici della mostra "Via Claudia Augusta"
20/04 al 31/10/2012
da Mercoledì a sabato
Mostra d´arte:
22/09 al 31/10/2012
Lunedì - sabato dalle ore 14.00 alle ore 18.00
Domenica e giorni festivi dalle ore 11.00 alle ore 18.00

Guide al Castelbello:
dal 20/06 al 16/09/2012
Lunedì e martedì: chiuso
Mercoledì a sabato alle ore 14.00 - 15.00- 16.00- 17.00
Domenica e giorni festivi alle ore 10.30- 14.00 - 15.00- 16.00- 17.00

Prezzi 2012:
Adulti5,00 €, bambini ( 6- 14 anni.): 3,00 €, Biglietto famiglia: 12,00 €
Tariffa ridotta: bambini sotto 6 anni gratis- gruppi oltre 15 persone 10%

Castel Coira

Nel cuore della verdeggiante Val Venota si nasconde una splendida roccaforte, Castel Coira, una fortezza di epoca medievale che racchiude la più grande collezione d'armi privata d'Europa.

Il Castel Coira è un incantevole castello costruito in epoca medievale, ancora in ottime condizioni, che s’innalza nella soleggiata Val Venosta sopra Sluderno. La sua particolarità rispetto agli altri manieri altoatesini è la splendida sala delle armature: la più grande armeria privata d’Europa.

Il castello fu costruito attorno al 1260 per volere del principe-vescovo di Coira. Il complesso architettonico era formato dal mastio, dal palazzo e dal muro di cinta che circonda un ampio cortile interno. La rocca mantenne lo stile altomedievale fino a quando la proprietà non passò ai conti Trapp, i quali iniziarono ampi lavori di ristrutturazione e ampliamento in stile gotico. Solo verso la metà del XVI secolo il maniero venne trasformato in ricca residenza rinascimentale.

Ancora oggi è possibile visitare le varie sale del castello arredate con mobili e suppellettili risalenti alle diverse epoche della fortezza. Fiore all’occhiello è la sala delle armature, dove sono conservate circa 50 armature complete oltre a varie spade e numerose armi, tutte in ottimo stato di conservazione.

Orario d’apertura

10.00 - 12.00, 14.00 - 16.30

 

Visite guidate ogni 15 minuti

Ore 12.00 e ore 16.30
inizio ultima visita

 

Visite guidate

Dal 20 marzo fino al 31 ottobre

 

Giorno di riposo

Lunedì, salvo giorni festivi

Informazioni
E-Mail info@castelcoira.com
Telefono +39 0473 615 241
Fax +39 0473 615 113

Indirizzo
Castel Coira 1
I-39020 Sluderno

Laghi di Saldura

Gli splendidi laghi di Saldura in Val Venosta sono situati all’interno di un circo glaciale sopra la Val Mazia. I sette laghetti alpini più alti dell’Alto Adige giacciono tra i 2747 fino ai 2900 mt sopra il livello del mare e costituiscono una gratificante meta d’escursioni.

Caratteristica di questi laghi è la loro differente qualità delle acque: vanno infatti dal cristallino al verdastro. All’interno delle loro acque si specchiano i magnifici ghiacciai del Gruppo Saldura, lo scenario è veramente indimenticabile.

I laghetti si raggiungono dal Maso Glieshof in Val di Mazia, imboccando il sentiero numero 4 che si districa tra la Lackenspitz e le pendici di Cima Lazaun risalendo i fianchi dello Spizat. A 3000m il sentiero 4 incrocia il sentiero n.1 che collega il Rifugio Oberettes alla Forcella del Santo e alla Val Senales. La vista da qui è memorabile, specialmente per l’imponenza e la maestosità delle cime.

Laghetti di Prato allo Stelvio

I Laghetti di Prato allo Stelvio sono una vera oasi di tranquillità: questi graziosi specchi d’acqua cristallina sono circondati da un grande prato verde, ideale per rilassarsi al sole o per giocare con i bambini.

Sulle rive di questi splendidi laghi è possibile passare una piacevole giornata con la famiglia, basta stendere una coperta sul morbido prato per godersi un bel picnic. Chi invece preferisce la comodità, può scegliere di pranzare sulla splendida terrazza del ristorante in riva al lago.

Gli amanti della pesca qui potranno praticare il loro sport preferito in tutta tranquillità, e se sprovvisti di attrezzatura noleggiarla al vicino ristorante.

I Laghetti di Prato allo Stelvio si possono raggiungere in bici grazie alla pista ciclabile Merano – Resia, oppure in treno, utilizzando la linea ferroviaria della Val Venosta fino alla stazione di Spondigna che dista solo 10 minuti dal lago.

Lago di Vernago

Il Lago di Vernago è uno splendido specchio d’acqua verde smeraldo situato nel cuore della Val Senales, ad ovest di Merano. Meta ideale sia per gli sport acquatici che per gli amanti della pesca grazie all’abbondante fauna ittica.Il Lago di Vernago è un bellissimo lago verde smeraldo incastonato nella Val Senales vicino Merano. Meta ideale per una rilassante giornata di pesca.

Il Lago di Vernago in Val Senales è un bacino artificiale creato negli anni ’50. Ancora oggi, se il livello dell’acqua non è troppo alto, si può veder spuntare dalle sue acque la torre della vecchia chiesa di Vernago. Per poter creare il lago di Vernago sono stati infatti sommersi alcuni masi e la chiesa.

Il lago offre ai turisti la possibilità di svolgere vari sport d’acqua: sono a disposizione sia canoe che barche a remi, per rilassanti giornate al sole. Chi ama passare piacevoli giornate all’insegna della pesca potrà apprezzare la grande quantità di trote e lucci.

Il lago è inoltre punto di partenza di numerosi sentieri montani, tra i quali vi è anche il percorso che porta al ghiacciaio di Senales, luogo di ritrovamento della mummia “Ötzi”. Chi vuole invece rimanere più a bassa quota può seguire il sentiero che circonda il lago. Questa semplice passeggiata è alternata da piccole cascate e da pascoli, uno di questi accoglie anche un gregge di lama.

X Questo sito utilizza Cookies propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza di navigazione, secondo le tue preferenze. Se continui la navigazione o chiudi questo banner, accetti implicitamente il loro utilizzo. Per maggiori informazioni Privacy e Cookie Policy