Mountain bike

Scopri dove praticarlo

Il Trentino e l’Alto Adige  vi offrono diversi itinerari per mountain bike, dai più semplici a quelli più impegnativi, per una vacanza in bici all’insegna dell’avventura e del divertimento!

La mountain bike prevede l’uso di una bici fuoristrada in piste sterrate a fondovalle e in sentieri agevoli che s’inerpicano tra la montagna. Questo sport prettamente estivo può essere una piacevole alternativa alla consueta escursione a piedi. Pedalare regala una sensazione di libertà, e di sfida, per vincere la salita più dura e la fatica che rallenta le gambe. Ma ogni sforzo è poi premiato con la bellezza del paesaggio, i colori della natura e l’emozione della discesa.

Il Trentino e l’Alto Adige sono un vero e proprio paradiso per gli appassionati di vacanze in bici sulle Dolomiti: dai noleggi ai laboratori di riparazione, dagli shuttle bus per bikers agli impianti di risalita con trasporto biciclette, fino ai negozi specializzati: un mondo di servizi per organizzare al meglio il proprio soggiorno sulle due ruote. Per non parlare dei numerosi itinerari per mountain bike suddivisi in diversi livelli e difficoltà, dei percorsi tematici e dei tracciati ben segnalati in mezzo alla natura più incontaminata.

Dove fare Mountain bike

In mountain bike tra i Rifugi dal Passo Campolongo

Un giro in bici impegnativo, ma molto appagante tra i rifugi dell’Alta Badia: paesaggi e viste straordinarie vi accompagnano di rifugio in rifugio, facendovi dimenticare la fatica!

Punto di partenza: Passo Campolongo (1850 m)
Tappe del giro: Passo Campolongo, Rifugio Cherz, Rifugio Incisa, Rifugio Pralongià, Rifugio Pre Ciablun, Rifugio Arlara, Rifugio Incisa, Passo Campolongo
Lunghezza: 21,1 km
Tempo: 3 h
Dislivello: 559 m
Punto più alto: 2139 m
Difficoltà: difficile

L’affascinante itinerario per mountain bike in Alta Badia parte dal piazzale presso l’Hotel Laguscel, salendo per il sentiero tra pascoli e alberi si raggiunge il Rifugio Cherz. Da qui si percorrono 4 km in discesa fino al Rifugio Incisa, dove hanno inizio 2 km di salita piuttosto difficili in direzione del Rifugio Pralongià. Pedalando lungo il ripido percorso tra le praterie di Samsù, si gode di una vista spettacolare a 360 gradi sul paesaggio di boschi, pascoli e alti rilievi rocciosi. Si continua l’itinerario imboccando il sentiero n.23, con direzione nord, attraverso i prati di Ruones. Con alcuni sali-scendi, si prosegue fino ad una biforcazione: svoltando a sinistra, si raggiunge il Rifugio Pre Ciablun. Sempre sul sentiero n.23, alla fine della discesa si svolta a sinistra e in lieve salita si arriva alla strada principale. Girando ancora a sinistra in direzione di Passo Campolongo, presso l’Hotel Costes da l’Ega, si abbandona la via asfaltata per il sentiero n.24. Dopo aver percorso circa un chilometro, si lascia a sinistra il Rifugio Capanna Nera, si sale attraverso il bosco fino al Rifugio Incisa. Si svolta quindi a destra imboccando il sentiero n. 3 che si snoda tra la vegetazione con alcuni tratti tecnici. Giunti al punto in cui il sentiero diparte sulla destra, si continua dritti fino a raggiungere una stradina più ampia (già percorsa all’andata): svoltando a destra e superando un paio di tornanti, si raggiunge di nuovo il piazzale di partenza.

Come raggiungere il punto di partenza:
Partendo da Corvara, in direzione Passo Campolongo poco dopo l’indicazione che segnala il confine tra Veneto e Trentino Alto Adige, si può lasciare l’auto presso il piazzale dell’Hotel Laguscel.

Tour in mtb nel Parco Naturale Vedrette di Ries Aurina

Un itinerario di mountain-bike per chi ama i percorsi ad alta quota, che si svolge nell’ambiente suggestivo del Parco Naturale Vedrette di Ries Aurina, al confine con l’Austria.

Punto di partenza: Campo Tures
Punto di arrivo: Campo Tures
Lunghezza: 94 km
Tempo: 8h e 30min
Punto più alto: 2297 m
Dislivello: 2250 m
Difficoltà: medio-difficile

Punto di partenza del tour in mountain-bike nella splendida Valle Aurina è Campo Tures (890 m). Da qui si segue la via principale diretta a Riva di Tures, dalla quale parte il sentiero n.9 per Val dei Dossi, e si prosegue fino alla Malga Knuttenalm. Sempre sul sentiero n.9, dalla malga si procede fino al Lago di Gola e, dal lago, al Passo di Gola. Una volta raggiunto il passo, si attraversa tutta la Val Arvental lungo il sentiero n.111.
Si giunge così in Val Defreggental: da qui si prosegue fino alla baita Patscherhütte e poi si raggiunge la locanda Alpenrose, dove si trova un bivio. Ci si dirige verso Passo di Stallo e una volta arrivati, si affronta una spassosa discesa con numerosi tornanti che conduce al Lago di Anterselva. In seguito si continua verso il fondovalle, passando per il centro Biathlon, e, giunti alla via statale della Val Pusteria, si imbocca la ciclabile che conduce a Brunico e infine a Campo Tures, punto di partenza dell’itinerario.

Mountain bike in Val d'Ega: Obereggen-Lago di Carezza

Un’escursione in mountain-bike nella zona della Val d’Ega in Alto Adige, che promette scintille con il downhill dal Lago di Carezza verso Nova Levante. Leggi di più!

Punto di partenza: Stenk, parcheggio presso Hotel Luna
Punto di arrivo: Stenk, parcheggio presso Hotel Luna
Lunghezza: 26 km
Tempo: 3 h
Dislivello: 890 m
Punto più alto: 1572 m
Difficoltà: difficile

L’escursione di mountain-bike ai piedi del Catinaccio inizia poco distante da Ponte Nova in Val d’Ega, dal parcheggio presso l’Hotel Luna, dove si prende la strada statale diretta ad Obereggen. Dopo aver percorso in salita un tratto di 1,5 km circa, si gira a sinistra e si prende la forestale “Unterkor”. Si prosegue quindi la pedalata in salita fino a Lagarn, poi, raggiunto il maso Unterkor ci si tiene a destra e si continua l’itinerario verso Novale. A Novale si procede lungo la strada statale per 2 km, salendo ad Obereggen.
Puntando verso il Lago di Carezza, da Obereggen si prende prima il sentiero n.9, arrivando a Bewaller, poi si imbocca il sentiero n.8, raggiungendo finalmente il Lago di Carezza. Qui ci si può concedere una sosta per ammirare l’incantevole paesaggio del lago e delle creste rocciose circostanti. Rimontati in sella, dal Lago di Carezza inizia un divertente tratto in discesa fino a Nova Levante. Si imbocca sulla destra il trail n.10A che conduce all’Hotel Aquila Nera e, ancora a destra, lungo il sentiero n.7A si arriva a Nova Levante. Da qui la strada principale riconduce a Ponte Nova, quindi al punto di partenza dell’itinerario.

Tour in mtb: da Bolzano ai prati di larice del Salto

Questo itinerario è l’ideale per chi ama la sfida sulla mountain bike: da Bolzano si affrontano salite ripide, si attraversano i prati di larice del Salto e divertenti downhill.

Punto di partenza: via Sarentino, Bolzano – Incrocio con via San Genesio
Punto di arrivo: via Sarentino, Bolzano – Incrocio con via San Genesio
Lunghezza: 41 km
Tempo: 4h e 30min
Punto più alto: 1554 m
Dislivello: 1530 m
Difficoltà: difficile

Questo tour in mountain bike ha inizio lungo la strada per San Genesio, a Bolzano. Si sale ripidamente fino ad un tunnel e si gira a destra per arrivare al Maso Reichrieglerhof. Lasciando il maso sulla destra, lungo la via principale si attraversa un secondo tunnel e si continua a pedalare fino alla biforcazione per Cologna. Si gira a sinistra, si passa il tunnel, e si percorre la via asfaltata n.9 fino al ristorante Locher (Cologna di Sotto/Cologna di Sopra). Dopo il ristorante l’itinerario procede sul sentiero n.2: passato il ristorante Wieser, sul sentiero n.10 si continua verso Salto. Giunti all’altopiano del Salto, il sentiero sbuca nel sentiero n. 17A diretto a Schermoos. Imboccando al parcheggio il sentiero n.5, si sale fino a raggiungere il ristorante Lanzenschuster.

Il percorso di ritorno, si svolge lungo l’itinerario di andata fino a Schermoos; poi si svolta a destra sul sentiero n.7A fino ad arrivare al “Gschnofer Stall”. Si continua quindi sul sentiero n.12, che sbuca nel n.10, ritornando di nuovo al ristorante Locher. Da qui si scende su via asfaltata, si devia a sinistra e si prende il sentiero n.5. Si svolta poi sul sentiero n.5A, si sfocia sul n.6 e si affronta un downhill fino alla strada di Cologna. Si prosegue per un tratto e poi si imbocca a destra, prima del tunnel, la scorciatoia che conduce alla strada di San Genesio. Da qui si scende a sinistra fino al Maso Reichrieglerhof, si passa sulla sinistra l’hotel e si ritorna sulla via principale. Attraversando il tunnel, si raggiunge nuovamente Bolzano.

Tour in mtb del Lago di Molveno e del laghetto di Nembia

Una facile escursione su due ruote per tutta la famiglia, che si snoda nel meraviglioso paesaggio del lago di Molveno e del laghetto di Nembia coronato dalle Dolomiti di Brenta.

Punto di partenza: lido di Molveno
Lunghezza: 12,8 km
Tempo: 1h e 45min
Punto più alto: 925 m
Dislivello: 90 m
Difficoltà: facile

L’itinerario di mountain-bike nello splendido scenario delle Dolomiti di Brenta, parte dal lido di Molveno. Da qui si procede su via dei Marocchi, allontanandosi dal campeggio. Si svolta a sinistra per il Ponte Romano e si sale verso “Doss Corno”, scendendo poi lungo la riva destra del Lago di Molveno fino a raggiungere la cascata. Si continua a pedalare oltre il lago e, giunti all’incrocio con una stradina asfaltata, si svolta a destra. Lasciata alle spalle la centrale dell’Enel, si avanza su fondo sterrato fino al piccolo Lago di Nembia. Passati oltre l’ex segheria, si svolta a sinistra su una stradina in lieve salita che conduce alla stupenda conca di Nembia, presso la quale si può fare una sosta. Si riprende l’itinerario fino alla strada asfaltata e, girando a destra due volte, si raggiunge la strada statale che riconduce a Molveno, con il panorama del lago e delle incantevoli Dolomiti di Brenta sullo sfondo.

Tour in mtb tra frutteti e castelli della Val di Sole

Lunga, ma piacevole escursione in mountain bike nella Val di Sole, che si snoda prima tra frutteti, alcuni paesini e pinete, poi lungo la ciclabile che costeggia il fiume Noce.

Punto di partenza: Malè-Loc. Arco
Punto di arrivo: Malè-Loc. Arco
Lunghezza: 23, 14 km
Tempo: 3h
Punto più alto: 811 m
Punto più basso: 552 m
Dislivello: 429 m
Pendenza massima salita: 11%
Pendenza massima discesa: 12%
Difficoltà: facile

L’escursione in mountain bike in Val di Sole, parte da Malè in zona Arco. Da qui si avanza verso Trento lungo la Strada Provinciale 42 e, passata la frazione di Pondasio (dove si può visitare la Fucina Marinelli), si raggiunge una rotatoria per Terzolàs: proseguendo in piano si arriva al centro della località. Una volta nei pressi del Palazzo Torraccia, si svolta a sinistra salendo verso la Chiesa ottocentesca. Si continua dritti, attraversando il borgo antico, e si esce tra distese di frutteti in direzione di Samoclevo, che si raggiunge in breve in salita. L’itinerario prosegue verso la parte superiore del paese, all’antica Rocca (in passato castello della famiglia Caldes, poi dei conti Thun).

In seguito, tra alcune villette, si imbocca a destra una strada asfaltata che conduce al paese di San Giacomo e, attraversandolo sotto degli stretti portici, si esce su una strada sterrata in direzione di Cis. Si mantiene la destra e si giunge nella pineta su un sentiero tecnico, non troppo impegnativo. Dopo il capitello e delle barriere para massi, si arriva sulle strada che, arrivando da Cis, si inserisce tra i frutteti. Giunti in paese, si scende a Ponte di Mostizzolo e da qui si prende a destra la ciclabile che riconduce a Malè, al punto di partenza dell’itinerario.

In mountain bike tra i rifugi del Primiero

Bellissimo mtb-tour attraverso la Valle di Primiero, che si snoda sui sentieri dell’Alpe Vederna, dove si svolge la gara di Up-Hill “Vederna Bike”, e tra i rifugi della Val Noana.

Punto di partenza: Fiera di Primiero (stazione autobus)
Punto di arrivo: Fiera di Primiero (stazione autobus)
Lunghezza: 38,5 km
Tempo: 5 h
Salita: 1659 m
Discesa: 1662 m
Punto più alto: 1385 m
Punto più basso: 564 m
Difficoltà: medio

L’escursione in mountain bike comincia di fronte agli uffici dell’APT di Fiera di Primiero. Dirigendosi verso la pista ciclabile, si oltrepassa la passerella sul torrente Cismon, si svolta a destra per 300 m e si segue la ciclabile fino ad Imer. Giunti alla rotatoria si gira a sinistra e poco dopo il ponte a destra, proseguendo lungo la sterrata sulla destra. Si incrocia quindi la SS50: si devia a sinistra fino a raggiungere la località di Pontet. Si gira a sinistra prima del viadotto e si continua la pedalata su sterrata fino ad arrivare al Rifugio Vederne. Una volta giunti al bivio, si procede dritti per 200 m in discesa, poi, tenendosi a destra, si prosegue per 8 km lungo la sterrata principale.
Nei pressi del bacino definito “Val Carbonere”, prestare attenzione alla stradina che sale a destra in direzione della Val Piana. Si procede ancora dritti, verso Val Piana-Rifugio Fonteghi, poi presso i fabbricati di Val Piana di Sopra si imbocca il sentiero diretto verso Rifugio Fonteghi. Da qui è possibile tornare a valle lungo la strada principale della Val Noana; un’alternativa è proseguire svoltando a sinistra oltre il ponte, girare ancora a sinistra al bivio e infine a destra prendendo il sentiero in direzione del lago della Val Noana.

L’ultima parte dell’itinerario si intraprende piedi, attraversando la passerella sul torrente Noana e salendo fino a Iner. Da qui si scende per 200 m, svoltando poi a destra su una stradina. Alla biforcazione si scende a sinistra, ci si mantiene sulla via principale, arrivando a Transacqua. Da Transacqua si ritorna in breve al punto di partenza dell’itinerario a Fiera di Primiero.

Tour mtb sull'Altopiano di Brentonico: Monte Altissimo

Il suggestivo percorso attraverso l’Altopiano di Brentonico nei dintorni di Rovereto, si svolge dalla località di Festa alla cima del Monte Altissimo, aprendo viste spettacolari verso il Lago di Garda.

Punto si partenza: loc. Festa di Bretonico
Punto di arrivo: loc. Festa di Bretonico
Lunghezza: 28 km circa
Tempo: 5h e 30min
Punto più alto: 2060 m
Dislivello in salita: 1000 m
Difficoltà: medio/alta; (salita e discesa dal Monte Altissimo impegnativa)

Il tour in mtb verso il Monte Altissimo, comincia dalla località di Festa, sopra a Brentonico. Si percorre in salita la strada asfaltata che poco dopo si fa sterrata, costringendo a portare la mountain bike in spalla. In seguito si raggiunge San Giacomo, dove si trovano due fontane. Da qui si prosegue passando vicino a Passo San Valentino e arrivando all’Albergo Graziani, dove comincia il percorso sterrato che sale verso il Monte Altissimo. Giunti alla cima del Monte Altissimo, inizia una discesa molto impegnativa (ai principianti è consigliato scendere dalla mountain bike e proseguire a piedi). Si arriva ad un tratto in piano e ad un bivio dove bisogna mantenere la destra fino a Malga Campei. Dalla malga si percorre la “strada brentegana” e al secondo bivio si svolta a destra, tornando così nuovamente al punto di inizio dell’itinerario.

Giro in mountain bike al Monte Elmo

Il tour in mtb in Alta Pusteria si svolge da San Candido alla cima del Monte Elmo; molto dura la salita dalla Malga al Rifugio Sillianer Hütte, ma la vista sulle Dolomiti ripaga lo sforzo.

Punto di partenza: San Candido
Lunghezza:  36km
Tempo: 5h
Punto più alto: 2434 m (cima Monte Elmo)
Dislivello: 1400 m
Difficoltà: medio-difficile

Questo itinerario di mountain bike in Alta Pusteria diretto alla cima del Monte Elmo inizia a San Candido. Da San Candido si prende la ciclabile con direzione Est e la si percorre per 11 km fino a raggiungere Sillian. Si attraversa il ponte con indicazione “Leckfeldalm” e dopo il passaggio a livello si imbocca la forestale che conduce alla Malga “Leckfeldalm” (1900 m). Da qui comincia una ripidissima salita di 4 km molto impegnativa, che è consigliabile percorrere a spinta, fino al Rifugio “Sillianer Hütte” (2450 m). Qui si gode di un panorama mozzafiato sulle Tre Cime di Lavaredo e le Dolomiti di Sesto. Lungo il sentiero ripido, dal “Sillianer Hütte” si torna alla forcella e, in direzione ovest, si arriva al Rifugio “Gallo Cedrone” (2200 m). Dal rifugio si prosegue questa bella pedalata in Alta Pusteria in discesa fino a raggiungere la stazione a monte della funivia Monte Elmo e il Ristorante Monte Elmo (2050 m). Al ristorante si seguono le indicazioni per il Rifugio “Jägerhütte” (Baita del cacciatore) e, in discesa con direzione ovest, si torna al punto di partenza dell’itinerario di mountain bike al Monte Elmo, San Candido.

Tour in mountain bike a Santa Cristina e dintorni

Un favoloso tour in mtb in Alto Adige che parte da Santa Cristina in Val Gardena e che attraversa l’Alpe di Siusi. Si pedala tra baite e prati fioriti al cospetto del Sassolungo e dello Sciliar.

Punto di partenza: Santa Cristina (1390 m)
Tappe del tour: Santa Cristina (Val Gardena), Monte Pana, Saltria (Alpe di Siusi), Sonne, Saltria, Santa Cristina
Lunghezza: 25 km
Tempo: 2h e 30 min
Dislivello: 625 m
Punto più alto: 1914 m
Difficoltà: medio-facile

Questo tour in mtb in Alto Adige parte dalla località di Santa Cristina, in Val Gardena, sulla strada asfaltata in salita diretta al Monte Pana. Si percorrono due chilometri, un po’ impegnativi, e si giunge al Monte Pana: da qui si prende una strada sterrata a sinistra, seguendo le indicazioni per “Saltria”. Si supera una staccionata e si entra nel bosco, salendo su fondo irregolare con alcuni strappi. Lasciando il sentiero n.525 che si dirige a sinistra alla forcella Sassolungo, si continua sulla strada che progressivamente abbandona il bosco. Si prosegue sempre lungo la strada principale, che conduce al Gasthof Saltria, e poi diritti verso “Rauchhütte” in salita.
L’itinerario di mtb in Alto Adige si dirige a questo punto attraverso le belle praterie fiorite dell’Alpe di Siusi, aprendo tutt’intorno panorami mozzafiato verso i gruppi del Sassolungo e dello Sciliar. Dopo aver lasciato Rauchhütte sulla destra, si comincia a salire verso l’hotel Ritsch Schwaige. Alcuni metri dopo l’hotel, si svolta a destra in direzione dell’albergo Sonne e, dopo un chilometro, si raggiunge il punto più alto di questo itinerario di mtb in Alto Adige, presso l’hotel Icaro (1914 m). Qui comincia la discesa verso il punto di partenza dell’escursione: su percorso asfaltato si torna velocemente all’albergo Sonne. Dall’albergo si imbocca un sentiero che si snoda tra i prati e, dopo il ponte di legno, si affronta un tratto che costringe a smontare dalla mountain bike e a continuare a piedi per un centinaio di metri.
In seguito su sentiero si arriva nuovamente all’hotel Saltria, da dove la strada asfalta riconduce a Santa Cristina. Percorso un chilometro, il fondo del percorso si fa sterrato e successivamente bisogna intraprendere una ripida salita. Si procede lungo la strada principale e, alla fine della discesa, si continua a pedalare sulla destra del Rio Gardena, raggiungendo dopo 25 km il punto di partenza dell’itinerario, Santa Cristina.  

Tour in mountain bike a Santa Cristina e dintorni

Un favoloso tour in mtb in Alto Adige che parte da Santa Cristina in Val Gardena e che attraversa l’Alpe di Siusi. Si pedala tra baite e prati fioriti al cospetto del Sassolungo e dello Sciliar.

Punto di partenza: Santa Cristina (1390 m)
Tappe del tour: Santa Cristina (Val Gardena), Monte Pana, Saltria (Alpe di Siusi), Sonne, Saltria, Santa Cristina
Lunghezza: 25 km
Tempo: 2h e 30 min
Dislivello: 625 m
Punto più alto: 1914 m
Difficoltà: medio-facile

Questo tour in mtb in Alto Adige parte dalla località di Santa Cristina, in Val Gardena, sulla strada asfaltata in salita diretta al Monte Pana. Si percorrono due chilometri, un po’ impegnativi, e si giunge al Monte Pana: da qui si prende una strada sterrata a sinistra, seguendo le indicazioni per “Saltria”. Si supera una staccionata e si entra nel bosco, salendo su fondo irregolare con alcuni strappi. Lasciando il sentiero n.525 che si dirige a sinistra alla forcella Sassolungo, si continua sulla strada che progressivamente abbandona il bosco. Si prosegue sempre lungo la strada principale, che conduce al Gasthof Saltria, e poi diritti verso “Rauchhütte” in salita.
L’itinerario di mtb in Alto Adige si dirige a questo punto attraverso le belle praterie fiorite dell’Alpe di Siusi, aprendo tutt’intorno panorami mozzafiato verso i gruppi del Sassolungo e dello Sciliar. Dopo aver lasciato Rauchhütte sulla destra, si comincia a salire verso l’hotel Ritsch Schwaige. Alcuni metri dopo l’hotel, si svolta a destra in direzione dell’albergo Sonne e, dopo un chilometro, si raggiunge il punto più alto di questo itinerario di mtb in Alto Adige, presso l’hotel Icaro (1914 m). Qui comincia la discesa verso il punto di partenza dell’escursione: su percorso asfaltato si torna velocemente all’albergo Sonne. Dall’albergo si imbocca un sentiero che si snoda tra i prati e, dopo il ponte di legno, si affronta un tratto che costringe a smontare dalla mountain bike e a continuare a piedi per un centinaio di metri.
In seguito su sentiero si arriva nuovamente all’hotel Saltria, da dove la strada asfalta riconduce a Santa Cristina. Percorso un chilometro, il fondo del percorso si fa sterrato e successivamente bisogna intraprendere una ripida salita. Si procede lungo la strada principale e, alla fine della discesa, si continua a pedalare sulla destra del Rio Gardena, raggiungendo dopo 25 km il punto di partenza dell’itinerario, Santa Cristina.  

Filtra per zona

  • Alta Badia - Val Badia (1)
  • Valli di Tures e Aurina (1)
  • Rosengarten-Latemar/Val d'Ega (1)
  • Bolzano e dintorni (1)
  • Dolomiti di Brenta (1)
  • Val di Sole - Peio (1)
  • San Martino, Passo Rolle, Primiero e Vanoi (1)
  • Rovereto, Vallagarina e Altopiano di Brentonico (1)
  • Alta Pusteria (1)
  • Alpe di Siusi - Castelrotto (1)
  • Val Gardena (1)

Richiedi il Catalogo

Richiedi il catalogo della vacanza. Gratis, direttamente a casa tua!

X Questo sito utilizza Cookies propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza di navigazione, secondo le tue preferenze. Se continui la navigazione o chiudi questo banner, accetti implicitamente il loro utilizzo. Per maggiori informazioni Privacy e Cookie Policy