Val di Sole - Peio

In Val di Sole la vacanza si vive tra le acque di laghi e fiumi, con la pesca e il rafting, sulla neve bianchissima con gli sci, nei centri termali di Rabbi e Peio. È il luogo dove trionfano lo sport e la natura, ma anche il gusto di prodotti tipici come la Melinda: la Val di Sole non smette mai di stupire.

La vallata, inserita in parte nel Parco Nazionale dello Stelvio e in parte nel Parco Naturale Adamello Brenta, è abbracciata dai suggestivi profili montuosi delle Dolomiti dell’Adamello e di Brenta, dell’Ortles-Cevedale e delle Maddalene. Lo sport d’acqua è agevolato dalla presenza di numerosissimi laghi, nei quali poter pescare le trote e i salmerini, e di fiumi. In particolare sul fiume Noce, famoso per la Palestra internazionale di Canoa Slalom e affiancato dalla ciclabile della Val di Sole, si praticano il rafting, l’hydrospeed e la canoa/kayak.

Ma l’acqua in Val di Sole è anche fonte di benessere: i centri termali di Peio e Rabbi, oltre a prendersi cura della vostra salute, pensano anche alla vostra bellezza, con trattamenti specifici e idroestetici.

In inverno la Val di Sole si trasforma nel paradiso dello sci, grazie alle moderne aree sciistiche di Folgarida-Marevilla, di Peio e di Passo Tonale, dove continuare le discese fino a primavera inoltrata grazie agli impianti del Ghiacciaio Presena.  Alle piste si arriva comodamente con gli efficienti skibus e con il trenino Dolomiti Express, che collega Trento a Marilleva.
Il divertimento, tra i panorami innevati della Val di Sole, è assicurato: escursioni con le ciaspole, gite in slitta, arrampicata sportiva, sci nordico; i parchi gioco sulla neve allietano le giornate dei bambini e ampie superfici ghiacciate accolgono i pattinatori e i giocatori di hockey e di broomball.

La Val di Sole in estate offre un’infinita serie di itinerari escursionistici di diverso livello di difficoltà: percorsi ad alta quota tra i ghiacciai o rilassanti passeggiate, nordic walking o visite guidate nei parchi naturali. La mountain-bike è di sicuro il mezzo più indicato per avventurarsi in Val di Sole, scegliendo tra ben 29 itinerari diversi e qui, non a caso, nel 2008 si sono svolti i mondiali di bike e trial.

Grandi tesori culturali e storici attendono di essere scoperti nei musei, nelle chiese affrescate e nei castelli della Val di Sole, come quelli Caldes e di Ossana; antiche tradizioni rivivono nelle botteghe dei falegnami e degli artigiani; prodotti tipici della zona come la mela “Melinda” e il formaggio Casolet esaltano il piacere del vostro palato: cosa volere di più?

Giro dei laghi di Strino

Il Giro dei laghi di Strino è un’escursione sui pendii montuosi, che attraverso ripidi sentieri vi permetterà di scoprire e ammirare panorami incredibili, e di raggiungere i due graziosi laghi di Strino.

Dal Passo Tonale si arriva con l’auto fino allo storico Ospizio S. Bartolomeo: da qui ha inizio l’itinerario a piedi lungo la strada bianca che porta alla Malga Val Albiolo. Dopo breve cammino si raggiunge lo spiazzo dal quale parte il sentiero n° 161; dopo averlo imboccato si sale lungo il percorso della dorsale erbosa chiamata Alpe del Tonale, dalla quale è possibile ammirare la natura circostante, le diverse specie floreali e le tane delle marmotte. Si prosegue a est sugli scoscesi pendii della Cima Tonale Orientale fino ad arrivare a un’insellatura da cui si gode di una splendida veduta del gruppo della Presanella e della Val di Sole.
Si scende fino a una conca dove si trovano le rovine  della “Città morta”, con resti della Grande Guerra. Si scende ancora fino al bivio per i laghetti di Strino (segnavia n° 161). Si riprende la salita su ripido sentiero, si incrocia il sentiero n° 137 e si arriva al lago inferiore di Strino (2593 m). Proseguendo poi verso est si raggiunge infine il laghetto di Strino Superiore.
Il rientro si compie lungo il sentiero n° 137 fino alle prime piante di ginepro e rododendro, dove si imbocca il sentiero n° 160 scendendo così verso valle. Dopo aver oltrepassato i canaloni che portano a Malga di Strino si arriva, in circa un’ora, alle rovine del forte Zaccarana, dal quale lungo un ampio sentiero si raggiunge il punto di partenza.

Centro Equitazione Alpina Val di Sole

Corsi di equitazione, trekking, pony games e molto altro ancora: il Centro Equitazione Alpina in Val di Sole è l’ideale per trascorre delle bellissime giornate a cavallo!

Chi ama cavalcare d’estate e d’inverno e chi vuole avvicinarsi al mondo dei cavalli, trova al Centro Equitazione Alpina di Pellizzano un posto davvero speciale. Affiliato alla Federazione Italiana Sport Equestri, il centro invita gli appassionati a partecipare alle tante attività organizzate: trekking a cavallo, corsi di equitazione, pony games per i giovani e “battesimo” sui pony per i più piccini.

Si può scegliere di fare una bella escursione a cavallo in Val di Sole di qualche ora oppure partecipare a trekking di più giorni in mezzo alla natura, insieme a guide esperte e qualificate.
I corsi di equitazione sono tenuti da un tecnico federale e puntano a fornire una preparazione base o a migliorare il livello del cavaliere.

Il Centro Equitazione Alpina Val di Sole pensa anche ai bambini che, a partire dai quattro anni, possono prender parte ad un particolare programma ludico-didattico con i pony.
Anche in inverno non mancano le attività al Centro Equitazione Alpina in Val di Sole, come cavalcate in mezzo alla neve oppure affascinanti gite in slitta trainata da bellissimi cavalli avelignesi, anche in notturna.
Tra una passeggiata a cavallo e l’altra ci si può concedere una bella pausa pranzo in malga o presso il maneggio.

Maggiori informazioni:
Centro Equitazione Alpina Val di Sole
Loc. Pressenago - 38020 Pellizano
Tel: +39 (338) 6078681
Tel: +39 (0463) 751552
E-mail: info@maneggio.net

 

Tour in mtb tra frutteti e castelli della Val di Sole

Lunga, ma piacevole escursione in mountain bike nella Val di Sole, che si snoda prima tra frutteti, alcuni paesini e pinete, poi lungo la ciclabile che costeggia il fiume Noce.

Punto di partenza: Malè-Loc. Arco
Punto di arrivo: Malè-Loc. Arco
Lunghezza: 23, 14 km
Tempo: 3h
Punto più alto: 811 m
Punto più basso: 552 m
Dislivello: 429 m
Pendenza massima salita: 11%
Pendenza massima discesa: 12%
Difficoltà: facile

L’escursione in mountain bike in Val di Sole, parte da Malè in zona Arco. Da qui si avanza verso Trento lungo la Strada Provinciale 42 e, passata la frazione di Pondasio (dove si può visitare la Fucina Marinelli), si raggiunge una rotatoria per Terzolàs: proseguendo in piano si arriva al centro della località. Una volta nei pressi del Palazzo Torraccia, si svolta a sinistra salendo verso la Chiesa ottocentesca. Si continua dritti, attraversando il borgo antico, e si esce tra distese di frutteti in direzione di Samoclevo, che si raggiunge in breve in salita. L’itinerario prosegue verso la parte superiore del paese, all’antica Rocca (in passato castello della famiglia Caldes, poi dei conti Thun).

In seguito, tra alcune villette, si imbocca a destra una strada asfaltata che conduce al paese di San Giacomo e, attraversandolo sotto degli stretti portici, si esce su una strada sterrata in direzione di Cis. Si mantiene la destra e si giunge nella pineta su un sentiero tecnico, non troppo impegnativo. Dopo il capitello e delle barriere para massi, si arriva sulle strada che, arrivando da Cis, si inserisce tra i frutteti. Giunti in paese, si scende a Ponte di Mostizzolo e da qui si prende a destra la ciclabile che riconduce a Malè, al punto di partenza dell’itinerario.

Val di Sole Route

La Val di Sole Route vanta oltre 70 km da percorrere a passo di Nordic Walking in Trentino. Da Cavizzana a Mezzana, il tour invita a godersi il meglio della natura delle Dolomiti.

Si tratta di un bellissimo percorso di Nordic Walking in Trentino, lungo 22 km, che parte dalla località di Cavizzana e raggiunge Mezzana, attraverso boschi e praterie, alla destra del Fiume Noce.
La Val di Sole Route si sviluppa lungo antichi sentieri e mulattiere che guidano gli amanti di Nordic Walking nelle magiche atmosfere paesaggistiche del Trentino. Ai 22 km di questo tracciato si aggiungono poi altri 12 percorsi, di 3-4 km ciascuno, situati nei singoli paesi. La Val di Sole Route riunisce perciò oltre 70 km di itinerari per Nordic Walking, donando così l’opportunità di esplorare gli angoli più suggestivi della vallata trentina, mentre si pratica il proprio sport preferito.

  1. Cavizzana – lunghezza: 2,11 km; dislivello: 52 m; difficoltà: facile
  2. Caldes - lunghezza: 3,84 km; dislivello: 105 m; difficoltà: medio
  3. Terzolas 1 – lunghezza: 5,35 km; dislivello: 157 m; difficoltà: medio
  4. Terzolas 2 - lunghezza: 2,90/2,25 km; dislivello: 152/95 m; difficoltà: medio/facile
  5. Malè - lunghezza: 2,35 km; dislivello: 75 m; difficoltà: facile
  6. Croviana-Monclassico-  lunghezza: 2,30 km; dislivello: 98 m; difficoltà: facile
  7. Dimaro - lunghezza: 5,15 km; dislivello: 450 m; difficoltà: medio
  8. Folgarida - lunghezza: 4,05 km; dislivello: 95 m; difficoltà: facile
  9. Commezzadura - lunghezza: 3,20 km; dislivello: 73 m; difficoltà: facile
  10. Mezzana – lunghezza: 1,40/1,75; dislivello: 65/15; difficoltà facile/facile
  11. Marilleva 1.400 – lunghezza: 2,45 km; dislivello: 95 m; difficoltà: facile
Nordic Walking Stelvio Park Peio

Per praticare Nordic Walking in Val di Sole ci sono ben 68 km di percorsi nella zona della Val di Peio. Scopri tutti e 10 gli itinerari nel Parco Nazionale dello Stelvio!

Nella splendida Val di Peio, in Trentino, si trovano 10 itinerari di Nordic Walking che si estendono, per un totale di 68 km, all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio. I percorsi di Nordic Walking in Val di Sole si suddividono in facili, medi, difficili ed ognuno presenta lunghezza e dislivello diversi, consentendo così sia ai principianti che agli esperti di scegliere il tracciato più adatto alle proprie esigenze.

  1. Cervo – lunghezza: 3 km; dislivello: 87 m; q. max: 1310; q. min.:1390; difficoltà: facile
  2. Camoscio - lunghezza: 3,40 km; dislivello: 181 m; q. max: 1748; q. min.:1567; difficoltà: facile
  3. Marmotta - lunghezza: 4 km; dislivello: 194 m; q. max: 2000; q. min.:1860; difficoltà: facile
  4. Ermellino - lunghezza: 5,40 km; dislivello: 102 m; q. max: 1927; q. min.:1825; difficoltà: facile
  5. Civetta – lunghezza: 7,60 km; dislivello: 297 m; q. max: 1687; q. min.:1390; difficoltà: medio
  6. Aquila - lunghezza: 7,70 km; dislivello: 295 m; q. max: 2120; q. min.:1825; difficoltà: medio
  7. Gipeto - lunghezza: 6,70 km; dislivello: 925 m; q. max: 2315; q. min.:1390; difficoltà: difficile
  8. Scoiattolo - lunghezza: 8,30 km; dislivello: 710 m; q. max: 2000; q. min.:1390; difficoltà: difficile
  9. Cedrone - lunghezza: 10 km; dislivello: 403 m; q. max: 1970; q. min.:1567; difficoltà: difficile
  10. Capriolo – lunghezza: 12,40 km; dislivello: 473 m; q. max: 1990; q. min.:1517; difficoltà: difficile
Nordic Walking Stelvio Park Rabbi

La Val di Sole sa accontentare davvero chi ama il Nordic Walking: solo nella Val di Rabbi si trovano 62 km di itinerari immersi tra le bellezze del Parco Nazionale dello Stelvio.

All’interno del Parco Nazionale dello Stelvio, nella zona della Val di Rabbi, chi ama il Nordic Walking troverà una ricca rete di itinerari, per un totale di 62 km tutti da scoprire. Differenti per livello di difficoltà, lunghezza e dislivello, gli 11 percorsi di Nordic Walking si snodano attraverso il parco, facendo apprezzare fino in fondo i meravigliosi scenari dolomitici della Val di Sole.

  1. Bucaneve – lunghezza: 2,90 km; dislivello: 60 m; q. max: 1310; q. min.:1250; difficoltà: facile
  2. Soldanella – lunghezza: 4 km; dislivello: 200 m; q. max: 1570; q. min.:1370; difficoltà: facile
  3. Giglio Martagone - lunghezza: 3 km; dislivello: 238 m; q. max: 1768; q. min.:1530; difficoltà: medio
  4. Genzianella - lunghezza: 3,70 km; dislivello: 290 m; q. max: 1890; q. min.:1600; difficoltà: medio
  5. Negritella - lunghezza: 4,40 km; dislivello: 290 m; q. max: 1890; q. min.:1600; difficoltà: medio
  6. Papavero Alpino - lunghezza: 5,40 km; dislivello: 310 m; q. max: 1540; q. min.:1230; difficoltà: medio
  7. Stella Alpina - lunghezza: 5,75 km; dislivello: 340 m; q. max: 1758; q. min.:1370; difficoltà: medio
  8. Ranuncolo – lunghezza: 5,80 km; dislivello: 240 m; q. max: 1490; q. min.:1250; difficoltà: medio
  9. Rododendro - lunghezza: 7,20 km; dislivello: 850 m; q. max: 2075; q. min.:1270; difficoltà: difficile
  10. Anemone - lunghezza: 7,70 km; dislivello: 410 m; q. max: 1660; q. min.:1250; difficoltà: difficile
  11. Primula – lunghezza: 11,30 km; dislivello: 518 m; q. max: 1768; q. min.:1250; difficoltà: difficile
Acquacenter di Malè

Il nuovo Acquacenter di Malè è il luogo ideale per fare nuoto in Val di Sole: a disposizione tre piscine, per il divertimento e il relax di grandi e piccini! Scopri di più!

Per combattere la calura estiva con una giornata all’insegna del benessere e del nuoto in Val di Sole, c’è l’Acquacenter di Malè. La struttura, completamente rinnovata, è da sempre il luogo di ritrovo per le famiglie e i nuotatori che amano divertirsi e tenersi in forma facendo attività in acqua. L’Acquacenter di Malè ospita tre vasche: una piscina semi-olimpionica a 6 corsie di 25x15 m, con profondità variabile da 120 a 180 cm, per i principianti e gli esperti che desiderano allenarsi o fare una gara all’ultimo tuffo; una piscina relax con idromassaggio a getti ad altezza lombare o cervicale, per tranquilli momenti di benessere; una piscina per bambini con profondità di 30 cm, dove i più piccoli potranno sguazzare e giocare in tutta sicurezza. All’Acquacenter di Malè in Val di Sole si organizzano corsi individuali e collettivi di nuoto, acquagym e hyrdrobike.

Maggiori info:
Gestione Impianto SGS srl
Via alla Croce
38027 Malè
Tel: Piscina: +39 0463 902545
Tel: Segreteria: +39 0463 903002

Pescare in Val di Sole

A chi ama pescare la Val di Sole offre torrenti e laghi dalle acque limpide, dove sguazzano trote fario, marmorate, iridee e salmerini: scopri tutte le zone di pesca in Val di Sole!

In Val di Sole pescare è una tra le attività sportive più piacevoli da praticare da soli, in totale relax, oppure insieme a tutta la famiglia. Grazie alla presenza di numerosi laghi e torrenti, la Val di Sole si offre come la meta ideale per tutti i pescatori e gli appassionati di pesca.
I torrenti Noce, Meledrio, Rabbies e Vermigliana offrono acque limpide, dove è possibile pescare trote iridee, fario, marmorate e salmerini.

La pratica della pesca in Val di Sole è gratificante nei laghi naturali, ma anche in specchi d’acqua artificiali come nel bacino di Pian Palù e il piccolo Lago dei Caprioli a Fazzon.
Particolarmente pescoso è il fiume Noce, con i suoi affluenti, ricco di trote fario, marmorate, iridee, salmerini, trotti, sanguinerole e alborelle.

La stagione di pesca in Val di Sole si apre a marzo nel Torrente Noce e affluenti, a maggio nel Lago dei Caprioli di Fazzon a giugno nel bacino di Pian Palù e gli altri laghi, mentre la chiusura avviene alla fine di settembre in tutte le acque.

Un evento estivo, imperdibile per gli amanti della pesca in Val di Sole, è la visita guidata al Centro Incubatoio di Cavizzana, in cui viene fornita un’illustrazione della fauna ittica locale, la spiegazione del funzionamento dell’incubatoio e del ruolo dei pescatori nella difesa dell’ambiente.

Maggiori informazioni:
Associazione Sportiva Pescatori Solandri
Segreteria Via Nazionale, 21 - 38020 PELLIZZANO
Tel. e fax  0463 750885
www.pescatorisolandri.com - info@pescatorisolandri.com

Attualmente non abbiamo trovato alcun evento da proporti, torna a trovarci

Castello di Ossana

Il Castello di Ossana, con il suo mastio quadrangolare di 25 metri, si erge su di uno elevatissimo sperone della Val di Sole, ricordando la gloria di un passato conservato ancor oggi tra le sue imponenti mura.

Situato in Alta Val di Sole, il Castello di Osanna si scorge arroccato su di un altissimo spuntone di roccia, dal quale mostra tutta la sua storica imponenza.
Le particolarità che lo contraddistinguono sono proprio la suggestiva posizione in un sito praticamente inespugnabile e la grandiosità del mastio ben conservato.
Il maniero è visitabile ed è di proprietà della Provincia Autonoma di Trento.

Il Castello di Ossana (o di San Michele, per la cappella che si trova all’interno) fu fatto costruire intorno al secolo VI, durante l’età longobarda; la prima documentazione scritta, però, è datata 1191.
Nel tempo la fortezza passò in mano a diverse famiglie vescovili, ai Conti del Tirolo, alla famiglia dei De Federicis, degli Heydorf e dei Bertelli.
Uno dei momenti più critici nella storia del Castello di Ossana risale al Cinquecento e alla cosiddetta “guerra rustica”, durante la quale i contadini locali presero d’assalto il castello e lo saccheggiarono; durante l’occupazione napoleonica, alcuni secoli più tardi, divenne sede di guarnigione.

All’inizio del Novecento il Premio Nobel per la pace Bertha von Suttner divenne comproprietaria del maniero.
Dopo essere stato ristrutturato, il Castello di Ossana è stato reso visitabile a partire dal 1996 ed è oggi di proprietà della Provincia Autonoma di Trento.

Orari:
si prega di contattare l'APT Val di Sole, Pejo e Rabbi e il Comune di Ossana per le informazioni relative alla visita del castello.

Per informazioni:
APT Val di Sole, Pejo e Rabbi

Viale Marconi, 7
38027 Malè, Italy
Tel: +39 (0463) 901280
Tel: +39 (0463) 751363 (Comune di Ossana)
Fax: +39 (0463) 901563
E-mail: info@valdisole.net

Lago Corvo

Di origine glaciale, il Lago Corvo è il più esteso dei cinque laghi situati a più di 2000 m di quota in Val di Rabbi, in Trentino. Un’affascinante itinerario escursionistico con punto di partenza a Piazzola di Rabbi raggiunge facilmente questo specchio d’acqua incastonato tra le rocce del Collecchio e di Monte Chiesa.

Il lago in Val di Sole è il più grande tra i cinque specchi d’acqua di origine glaciale situati in alta Val di Rabbi, tra Cima Collecchio e Passo Rabbi. Posto ad una quota compresa tra i 2462 e i 2630 m s.l.m nell’omonima valle, il Lago Corvo in Trentino raggiunge una superficie di 60000 mq, racchiuso tra i rilievi montuosi del Sass Forà e del Collecchio, a est, e dal Monte Chiesa, a nord.

Si può raggiungere intraprendendo una bellissima escursione di circa 3 ore, tra boschi e pascoli, che parte da Piazzola di Rabbi.

Lago delle Malghette

Nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta, in Val di Sole, a circa 1.900 metri di quota si trova l’affascinante Lago delle Malghette. Incorniciato dai monti di Folgarida, questo splendido specchio d’acqua nel verde si affaccia sul Gruppo del Brenta. 

Grazie alle sue acque limpide, tali da poter perfino scorgere il fondo, ed al paesaggio molto rilassante, il Lago delle Malghette in Val di Sole è una meta molto apprezzata dai turisti, soprattutto d’estate. Questo bacino con vista sul Gruppo del Brenta è inoltre molto ricco di fauna ittica: il salmerino e la sanguinerola vi sguazzano ormai da tempo, mentre le trote sono state introdotte da poco, per favorire la pesca sportiva.

Il lago si può raggiungere da Malga Zeledria o dal tratto stradale che collega Dimaro a Madonna di Campiglio. Da qui si snodano alcuni sentieri, ben segnalati: alcuni portano a Pradalago e altri verso dei laghi situati nelle vicinanze, tra cui Lago Scuro, i Tre Laghi e Lago Alto. Sulle rive di quest’ultimo sorge un piccolo ma incantevole rifugio aperto solo durante la stagione estiva.

Laghi di Sternai

Nell’incontaminato paesaggio della Val di Rabbi (Val di Sole), si trovano i laghetti di Sternai, distribuiti tra un altitudine di 2.562 e 2.900 m di quota. Sono tutti di sicura origine glaciale e hanno dimensioni abbastanza contenute.

Questi tre laghetti sono circondati da un’incantevole panorama. Per visitare queste meraviglie d’alta quota ci si porta fino a Somrabbi e si procede verso la Val di Salent, carica di suggestione, anche per la presenza delle cascate e per l’ambiente che circonda lo storico rifugio Dorigoni.

Questo laghetti offrono un paesaggio unico in cui la vista si perde dalle imponenti montagne al verde dei boschi. Le loro acque derivano principalmente dai ghiacciai che qui scaricano anche i loro detriti. Il gruppo di questi tre laghi forma una superficie totale di circa 80.000 m², ai quali vanno aggiunti i 17mila dei numerosi piccoli specchi d’acqua circostanti. 

Rocca di Samoclevo

Le rovine della Rocca di Samoclevo con il possente mastio, dominano dall’alto il sottostante Castello di Caldes. Risalente al XII secolo, nei secoli fu al centro di molti scontri tra Vescovi e nobili che se ne contendevano il possesso. La Rocca venne abbandonata definitivamente nel 1885 ed è oggi di proprietà di una famiglia di Samoclevo.

La Rocca di Samoclevo sorge alle pendici del monte Vesa, a 983 mt di quota, in Val di Sole.
Il nucleo principale fu costruito in un periodo antecedente al 1200 con scopi di controllo sulla vallata sottostante. Oggi ciò che resta della fortificazione medioevale è un mastio quadrangolare merlato, la cinta muraria e i resti della cappella gotica risalenti al Quattrocento.
Contesa tra il Principe Vescovo e i Conti del Tirolo, la Rocca fu residenza dei Caldesio e successivamente passò ai nobili Thun.
Nell’Ottocento alla struttura si addossarono costruzioni rustiche e abitazioni di famiglie contadine.
Ricostruita in parte, la Rocca è attualmente visitabile: si può raggiungere con una passeggiata di mezz’ora lungo il comodo sentiero che parte dal paesino di Samoclevo.

Per informazioni:
Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi
Tel. +39.0463.901280
Fax +39.0463.901563

X Questo sito utilizza Cookies propri e di terzi per offrirti la migliore esperienza di navigazione, secondo le tue preferenze. Se continui la navigazione o chiudi questo banner, accetti implicitamente il loro utilizzo. Per maggiori informazioni Privacy e Cookie Policy